Dichiarazione di conformità MOCA: definizioni e normativa

Dichiarazione di conformità MOCA: definizioni e normativa

dichiarazione MOCA

La dichiarazione di conformità per i MOCA è una Autodichiarazione di conformità ai regolamenti comunitari e normativa nazionale rivolta a tutte le aziende produttrici di materiali e oggetti destinati ad entrare in contatto con gli alimenti. Questa autodichiarazione di conformità è di fondamentale importanza in quanto garantisce il rispetto di requisiti obbligatori per quanto riguarda l’igiene alimentare e di conseguenza, la sicurezza e la salute stessa del consumatore finale.

I MOCA a livello normativo trovano una propria disciplina sia all’interno di provvedimenti nazionali che europei.

La produzione dei MOCA va ad intercettare una filiera variegata che coinvolge più soggetti facenti parte di un preciso processo produttivo, secondo la norma tra chi è obbligato al rilascio della dichiarazione troviamo: chi produce, chi importa, chi distribuisce e chi utilizza il prodotto (come ad esempio il settore della ristorazione). Ognuno di questi soggetti riceverà una dichiarazione MOCA da quello presente prima di lui nella filiera e questo percorso proseguirà di soggetto in soggetto fino al distributore finale.

Ogni materiale e oggetto dev’essere prodotto in modo conforme alle buone pratiche di fabbricazione, e in condizioni di impiego normali o prevedibili, non deve in alcuna maniera trasferire agli alimenti componenti in quantità tale da:

  • costituire un pericolo per la salute umana
  • comportare una modifica inaccettabile della composizione dei prodotti alimentari
  • comportare un deterioramento delle caratteristiche organolettiche

La dichiarazione MOCA garantisce la qualità del prodotto in ogni fase del processo: dalla materia prima al prodotto finale.

dichiarazione MOCAMa cosa sono i MOCA?

Nei MOCA, riportando la normativa ufficiale, rientrano tutti quei materiali e oggetti che allo stato di prodotti finiti:

  1. sono destinati a essere messi a contatto con prodotti alimentari;
  2. sono già a contatto con prodotti alimentari e sono destinati a tal fine;
  3. di cui si prevede ragionevolmente che possano essere messi a contatto con prodotti alimentari o che trasferiscono i propri componenti ai prodotti alimentari nelle condizioni d’impiego normali e prevedibili.

Stiamo quindi facendo riferimento a: utensili, strumentazione idonea all’imballaggio, contenitori e ogni altro strumento che nella sua applicazione entrerà in contatto con alimenti.  

Focus su etichettatura: 

Un aspetto essenziale rispetto alla Dichiarazione MOCA è rintracciabile nella comunicazione utilizzata, quest’ultima infatti, per legge, deve informare in modo adeguato con lo scopo di rendere più semplice l’impiego corretto dei materiali e degli oggetti da parte, sia degli utilizzatori, che dei rivenditori che infine, dei consumatori finali.

Per dirla in poche parole, nulla dev’essere fuorviante.

A rispondere a questa specifica esigenza troviamo l’etichettatura. È bene sottolineare che le modalità con cui viene realizzato questo servizio possono subire modifiche in funzione dei soggetti facenti parte della filiera.

dichiarazione MOCAFocus su rintracciabilità:

La rintracciabilità dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari deve essere garantita in ogni fase, l’obiettivo è quello di facilitarne il controllo, l’eventuale ritiro di prodotti difettosi e l’attribuzione delle responsabilità.

Per tutti questi motivi, gli operatori economici dovrebbero poter individuare le imprese da cui e a cui sono stati forniti i materiali e gli oggetti.

In conclusione, come Leadercom, abbiamo scelto di restare sempre al passo coi tempi: raccogliamo e produciamo a nostra volta tutta la documentazione appropriata che attesti la conformità dei prodotti alle normative vigenti in materia.

Per approfondire, contattaci.

Leave a comment